RICERCA
Una banca che pensa come te.

Da più di cinquant'anni la Banca di Credito Cooperativo Abruzzese sostiene l'economia del territorio, sempre vicina alle esigenze della comunità di cui è parte integrante, attraverso un dialogo trasparente che si fonda sui valori della cooperazione e del localismo.

 
12/03/2012 Ultime dal territorio
‘La crescita è donna’, l’occupazione femminile al centro.

Alla vigilia della 'festa della donna', l'assessore regionale al lavoro Paolo Gatti ha presentato a Pescara nel corso di una conferenza stampa il progetto "La crescita è donna", finanziato con 3 milioni di euro. L'avviso, pubblicato sul Bura, rientra nel programma di inclusione sociale del Piano Operativo 2009-10-11 del Fondo Sociale Europeo 2007/13, che prevede interventi in favore dell'occupazione e della conciliazione vita-lavoro per le donne. In particolare, le linee di intervento saranno tre, ciascuna finanziata per un importo di un milione di euro. La prima linea denominata "Più imprenditrici" prevede incentivi per la creazione di nuove imprese; la seconda "Più professioniste", prevede incentivi alle imprese che attivano rapporti di consulenza in favore di giovani professioniste operanti in Regione. La terza linea denominata "Voucher Family" prevede, infine, incentivi alle donne con carichi familiari per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro finalizzati all'inserimento nel mercato del lavoro. “Da tempo consideriamo indispensabile l'apporto delle donne alla crescita del sistema Italia e del sistema Abruzzo - commenta l'assessore Gatti - e con questo spirito abbiamo già avviato molti progetti. La crescita del Pil in Italia, siamo convinti, può essere un obiettivo possibile, solo se saremo capaci di portare la professionalità e l'entusiasmo delle donne nel perimetro del mercato del lavoro, della produzione e delle professioni. Le donne già svolgono un ruolo fondamentale nel garantire spesso una reale alternativa alle carenze di risorse del welfare nazionale, - prosegue Gatti - ma questo non deve divenire un alibi della società per impedire loro di trovare spazio e opportunità per poterne essere protagoniste in modo diverso".
Crediper
prestito crediper
 
Ultime dal Territorio
03/03/2017
Anche quest’anno l’organismo della Banca di Credito Cooperativo ha aderito, con ...
 
Fondo garanzia PMI
Fondo di garanzia per le PMI