RICERCA
Una banca che pensa come te.

Da più di cinquant'anni la Banca di Credito Cooperativo Abruzzese sostiene l'economia del territorio, sempre vicina alle esigenze della comunità di cui è parte integrante, attraverso un dialogo trasparente che si fonda sui valori della cooperazione e del localismo.

 
24/06/2011 Ultime dal territorio
Fondi Fse, l'Abruzzo è sulla strada giusta.

A Chieti, presso il Museo La Civitella, si è tenuto il Comitato di Sorveglianza del Fondo Sociale Europeo per la valutazione da parte della Commissione Europea dei Piani Operativi 2007/13. Presieduto dall'assessore al Lavoro, Paolo Gatti, ha visto la presenza dei rappresentanti della Commissione Europea, del Ministero del Lavoro, del Ministero dell'Economia, delle parti sociali e datoriali della Regione. «La Regione Abruzzo - ha commentato durante il suo intervento Paola Bertolissi della Commissione Europea - ha intrapreso la strada giusta e sta recuperando il ritardo accumulato in passato. C'è un indubbio avanzamento di progettualità e capacità di spesa. E' stata data una grande accelerazione con pieno rispetto del cronoprogramma, presentato negli scorsi mesi. Ora occorre non abbassare la guardia, consolidare i progressi ottenuti». «L'assessorato ha dimostrato, soprattutto alla luce della situazione data dopo il terremoto - ha dichiarato Angelina Curci, rappresentate della Ragioneria dello Stato - un'ottima capacità amministrativa nel gestire la programmazione del FSE». Nel suo intervento l'assessore Gatti ha invece sottolineato: «In 30 mesi di intenso lavoro abbiamo ridato dignità alla Regione Abruzzo agli occhi degli organismi di controllo europei, la progettualità e la spesa delle risorse europee del Fondo Sociale è ripartita con forza. Abbiamo progettato, speso e certificato oltre 49,6 milioni di euro, evitando il disimpegno automatico dei fondi. Di fatto abbiamo incrementato del 98,8% la spesa certificata del Fse 2007/13 rispetto ai dati trovati al nostro insediamento. Entro fine anno siamo fiduciosi di giungere alla quota di 78 milioni di spesa per evitare anche per il 2011 il disimpegno. Siamo soddisfatti dei giudizi positivi sia della Commissione Europea che della Ragioneria dello Stato e del Ministero del Lavoro che hanno giudicato il nostro lavoro lodevole per la qualità dei progetti e per la celerità della spesa. Proseguiamo con impegno il nostro lavoro - ha concluso l'assessore Gatti - puntando al confronto sinergico con le parti sociali e datoriali, che ci hanno espresso apprezzamento per l'attività svolta, per dare risposte concrete ai cittadini, alle imprese, al mondo del sociale e della ricerca dell'Abruzzo. La cosa straordinaria che emerge dalla riunione di oggi è che l'Abruzzo torna ad essere una Regione normale agli occhi dei suoi interlocutori».
Crediper
prestito crediper
 
Ultime dal Territorio
03/03/2017
Anche quest’anno l’organismo della Banca di Credito Cooperativo ha aderito, con ...
 
Fondo garanzia PMI
Fondo di garanzia per le PMI